Terza giornata del Guerrilla Gardening Italiano - 4 novembre 2013



Il 4 novembre si celebra la terza giornata nazionale del guerrilla gardening italiano.
L'idea fu lanciata dai gruppi storici nel 2011 cosi' come riportato nel sito guerrillagardening.it

"1° Il giorno 4 novembre 2011, da un'idea dei Badili Badola e dei Giardinieri Sovversivi Romani, ed in accordo comune con diversi gruppi regionali (Gelsomino Group Guerrilla Gardening, Terra di Nettuno ed altri guerriglieri del verde) abbiamo pensato di realizzare il primo attacco nazionale sincronizzato di guerrilla gardening."

Anche quest'anno i gruppi di tutta Italia si organizzano per questo evento (alcuni gruppi agiranno in altre date, non necessariamente il 4 novembre che cade di lunedi')

Per ulteriori approfondimento e per notizie sui vari eventi in programma vedi:
la pagina Facebook del Guerrilla Gardeing italiano
https://www.facebook.com/groups/GuerrillaGardeningItalia/

leggi anche
http://fantedifiori.blogspot.it/2013/10/e-in-arrivo-la-giornata-nazionale-del.html
o
http://marraiafura.com/terza-giornata-nazionale-del-guerrilla-gardening-il-4-novembre-2013-in-tutta-italia/
Continue Reading

12 ottobre 2013 - International Tulip Guerrilla Gardening day

Il 12 ottobre si celebra la giornata del tulipano per tutti i Guerrilla Gardener.
Si tratta di un evento internazionale che si svolge quest'anno per la quarta volta.

Per tutti coloro che desiderano compiere la loro prima azione di Guerrilla Gardening si tratta di una occasione da non lasciarsi scappare.



L'attacco con i tulipani è in effetti molto semplice da realizzare.
Non richiede grossi sforzi, sia dal punto di vista economico, sia da quello organizzativo ed esecutivo.
In sostanza si tratta di trovare un'area nella quale piantare i bulbi, interrarli... e poi basta.
Tutto il resto del lavoro lo fanno da soli i tulipani stessi e madre natura e, con un po' di fortuna, li rivedrete sbocciare nella primavera successiva (e potenzialmente anche negli anni successivi se lasciate i bulbi dove li avete messi).

Trovare i bulbi

I bulbi di tulipano li potete trovare facilmente presso tutti i vivai, ma anche presso la grande distribuzione e' facile acquistarli. Talvolta vengon pure venduti a peso. Acquistandoli presso la grande distribuzione o le grosse catene di bricolage troverete varietà più comuni. Se invece volete qualcosa di particolare meglio rivolgersi a un vivaio.
Per l'international tulip vanno bene tutti i tipi di tulipani e, probabilmente, se siete alle prime armi vi conviene optare per le soluzioni più economiche.

Quanti bulbi devo prendere?

Sta a voi decidere l'entità della vostra azione. Anche un singolo tulipano può degnamente svolgere il suo dovere di Guerrilla Gardening, pero' i tulipani si prestano a creare delle belle macchie di colore, quindi se ne avete un buon numero l'azione sarà piu' coreografica.

E' meglio piantarli raggruppati e non uno qui e uno là, perchè rendono molto di più in massa
(Terra di Nettuno)

Dove e come?

E qui sta a voi decidere dove svolgere la vostra azione. Tenete presente che i bulbi rimarranno sotto terra invisibili per tutto il periodo invernale e poi in primavera (verso aprile) sbucano dal suolo e in poco tempo sbocciano.
Quindi potete adocchiare:
- Una zona verde (o poco verde.. insomma.. un pezzo di terra dove poter far dei buchi) poco praticata e calpestata se temete che i vostri tulipani possano essere schiacciati.
- Una aiuola un po' triste da valorizzare (inaspettatamente) a primavera con un trionfo di colori
- Un'aiuoletta vicino a casa da tenere d'occhio e da rimirare al tempo della fioritura.
- Il primo posto che ritenete idoneo mentre vagabondate allegramente (il 12 ottobre) con dei vostri amici (muniti di una sporta piena di bulbi)

Una volta individuato il posto si passa all'azione vera e propria: interrare i bulbi.
E' molto semplice: si fa una buca e ci si mette dentro il bulbo a una profondità pari o al max doppia rispetto all'altezza del bulbo.
Il bulbo va messo con la punta verso l'alto. Si ricopre di terra e via (se avete dell'acqua è consigliata da alcuni una prima annaffiatina).
Per effettuare l'operazione esiste anche un apposito strumento: il piantabulbi, ma in realtà non è un oggetto propriamente indispensabile.

meglio non comprare un piantabulbi ma una forca-vanga, visto quanto duro e' il terreno delle aiuole cittadine
(Fante di Fiori)
Tenete presente, quindi, che il terreno che avrete scelto potrebbe essere assai duro, quindi munitevi di qualche attrezzo in grado di scavare le buche.

Finita la vostra opera potete mettere un cartello per informare sulla vostra azione.
Attenzione! se mettete un cartello ricordatevi che è meglio realizzarlo molto resistente in quanto dovrà superare incolume tutto l'inverno.
Alcuni sono soliti recintare l'area (con una qualsiasi forma di recinzione autoprodotta) anche se solitamente i tulipani sbocciano quando la manutenzione dei giardini (una delle prime cause dello smantellamento o danni alle aiuole non autorizzate) è ancora ferma.

Ditelo coi fiori

Se avete adocchiato una zona un po' scoscesa potete anche pensare di creare una scritta coi tulipani prendendo spunto da queste azioni dell'attrice giardiniera Lorenza Zambon.
Si tratta, quindi, di interrare i tulipani in modo tale da comporre delle scritte, delle parole, delle frasi, che appariranno, piene di colori, a primavera




Prendetevi allora il tempo di ammirare le ultime foto qui sotto relative agli attacchi di alcuni gruppi italiani e poi correte subito a rifornirvi di bulbi.
L'International Tulip Guerrilla Gardening day 2013 è alle porte!






Maggiori informazioni su:






Continue Reading

Voglio diventare un Guerrilla Gardener!

Molti vorrebbero "osare" e partecipare a un'azione di Guerrilla Gardening, ma non sanno da dove cominciare.
Le domande più frequenti sono: "ci sono dei gruppi nella mia zona?", "e' meglio agire di giorno o di notte?", "meglio in gruppo o da soli?", "io non ne so niente di giardinaggio.. come posso fare?"



Quali gruppi ci sono in Italia?

Difficile sapere quanti gruppi di Guerrilla Gardening sono attivi in Italia. Molti agiscono nell'anonimato e non "rivendicano" le loro azioni.

A questo link trovate l'elenco attualmente disponibile

E' stato redatto scartabellando i siti più noti, le pagine facebook e ricercando sui motori di ricerca e sicuramente risulta incompleto.

Se non trovate un gruppo nella vostra città o nella vostra zona non perdetevi d'animo.
Il gruppo lo potete formare voi, con qualche vostro amico o anche da soli. Tutti i gruppi hanno iniziato cosi', ci vuole veramente poco.


Se riuscite a convincere qualche altro volonteroso potete  cimentarvi in una azione di gruppo (nella versione piu' corale e "orgiastica" della guerrilla gardening).
Se invece non trovate altri da coinvolgere potete tranquillamente agire individualmente (e questa e' una interpretazione piu' intima e "onanistica" della GG)
N.B. chi scrive pratica entrambe le forme di guerrilla gardening con piena soddisfazione.

Potete agire di giorno o di notte. Nell'immaginario collettivo (e nella maggior parte degli articoli che trattano di GG) si suole dipingere le azioni come blitz notturni.
La maggior parte dei gruppi italiani attualmente agisce in pieno giorno.. non son certo le lancette dell'orologio che fanno o influenzano la GG.



Documentatevi

Spesso chi aspira a compiere degli attacchi ammette di non avere il pollice verde, di non saper nulla di giardinaggio e cosi' via.
In realtà ci vuole poco a documentarsi.
Da non perdere il Manuale di Guerrilla Gardening di Fante di Fiori (noto e indomito giardiniere non autorizzato di Quarto Inferiore - BO)
nel manuale trovate anche numerosi spunti bibliografici.
Potete anche sfogliare siti e forum sul giardinaggio, acquistare qualche libro.
Ben presto comprenderete che non dovete diventare degli esperti giardinieri e con un po' di pratica troverete la tecnica che piu' vi soddisfa.


Se siete fortunati potete inoltre avere la possibilità di assistere a uno spettacolo di Lorenza Zambon, che con le sue "lezioni di giardinaggio per giardinieri planetari" potrà entusiasmarvi e istruirvi sulle meraviglie di questa pratica.

Insomma, se volete fare un po' di Guerrilla Gardening non dovete fare altro che... farla!
Senza troppi alibi e tentennamenti: vedrete che è molto più semplice di quel che immaginate (e anche molto gratificante)

Se non l'evete letto, non perdetevi il calendario degli appuntamenti imperdibili della Guerrilla Gardening Italiana


Continue Reading

Gli appuntamenti imperdibili del Guerrilla Gardening Italiano

In questi ultimi tempi  si sente parlare molto di Guerrilla Gardening, ma, in realtà non sono molte le persone e i gruppi che si dedicano a questa attività qui in Italia.

In aiuto di tutti coloro che vorrebbero dedicarsi alla Guerrilla Gardening e non sanno come iniziare ecco l'elenco degli appuntamenti che, nel corso dell'anno, vedono impegnati i guerrilla gardeners italiani e che potrebbero dare lo spunto per iniziare anche a voi.





Finito il periodo estivo l'autunno ci riserva alcuni appuntamenti fondamentali.


1 - International Tulip Guerrilla Gardening Day

(ovvero il giorno dei tulipani)
Si svolge generalmente nella prima decade di ottobre e il 2013 vedrà la sua quarta edizione.
E' un evento internazionale a cui partecipano contemporaneamente (nei loro luoghi di origine) guerrilleri di tutto il mondo.
L'azione, molto semplice, consiste nell'interrare bulbi di tulipano che fioriranno a primavera (senza bisogno di ulteriori cure).
La data del 2013 verrà comunicata a breve.

2 - Giornata Nazionale del Guerrilla Gardening Italiano - 4 Novembre.

(ovvero l'attacco sincronizzato dei guerrilleri italiani)
il 4 novembre 2013 si terrà la terza giornata nazionale. Consiste in un attacco sincronizzato che tutti i guerrilleri italiani effettuano nelle proprie città.
Le scorse edizioni hanno generato un grande entusiasmo tra i partecipanti e hanno coinvolto città e gruppi di ogni parte d'Italia.

L'inverno solitamente vede le attività di Guerrilla Gardening un po' sottotono, tuttavia si affilano le armi (anzi le piante) per gli appuntamenti primaverili


3 - Piantattack di primavera

(ovvero il benvenuto alla primavera)
Inaugurato nel 2012 (si tenne dal 22 al 24 marzo) segna l'inizio delle attività per i gurrilleri caduti in letargo.
La formula è sempre la stessa. Un attacco sincronizzato (con tempi e modalità che ogni gruppo predilige) che si cerca di convividere tramite il racconto (in parole e immagini) su blog e social network.

4 - International Sunflower Guerrilla Gardening Day - 1 maggio.

(ovvero la giornata dei girasoli)
Si svolge tassativamente il primo maggio la giornata dei girasoli. Si tratta anche questo di un appuntamento internazionale, molto semplice da mettere in pratica. Consiste nel piantare (anche lanciare, gettare, spargere) semi di girasole, che, con un po' di fortuna, potranno crescere e fiorire in piena estate. Nel 2014 si terrà l'ottava edizione dell'evento.

5 - Raduno Nazionale del Guerrilla Gardening Italiano

(ovvero l'evento a cui nessun guerrilla gardener puo' rinunciare)
Il 4 e 5 maggio 2013 si e' svolto a Bologna il raduno nazionale del Guerrilla Gardening che ha visto confluire, in una due giorni memorabile, i guerrilleri di tutta Italia (il blog che state leggendo racconta ampiamente questa iniziativa).
Per il 2014 la sede dovrebbe essere Roma. Nel corso dei primi mesi dell'anno verranno definiti tempi, luoghi e modi.

Per maggiori informazioni:


  •  Il blog che state leggendo, nato per il raduno nazionale, ma che colleziona interventi dei principali gruppi italiani.

Continue Reading

Racconti, Foto e Rassegna stampa del raduno

Continue Reading

Che giornate! Grande successo del raduno nazionale di guerrilla gardening

Le due giornate bolognesi del raduno nazionale del guerrilla gardening italiano sono state un vero successo.
Due giorni stupendi, intensi  e pieni di emozioni per tutti.

Grazie a tutti quelli che hanno preso parte e hanno contribuito alla splendida riuscita dell'evento.

Un grazie particolare al gruppo Terra di Nettuno che ha magistralmente organizzato le due giornate mettendoci l'anima e il cuore.

Grazie a Richard e Lyla Reynold per averci onorati della loro presenza (Richard ha cosi' descritto in un tweet "today's massive guerrilla gardening dig, almost certainly the largest force this century.")

Grazie a Lorenza Zambon che ci ha deliziato e commossi tutti con il suo spettacolo

Grazie ai gruppi che sono giunti fino a bologna da:
Arzignano - Grifo Mansueto
Milano - Piante Volanti
Napoli - Friarielli Ribelli
Quarto Inferiore - Fante di Fiori
Roma - Giardinieri Sovversivi Romani
Salerno - Nonanuvola
Taranto - Ammazzachepiazza







.. e tutti coloro che, purtroppo, per vari impedimenti non hanno potuto partecipare
Badili Badola/Ort-Ike    Torino
GelsominoGroup Guerrilla Gardening - Soresina (CR)
Gnomi Gierdinieri - Cagliari
Guerrilla Gardening it  - Milano
Guerrilla Gardening Palermo
Guerrilla Gardening Piombino - Piombino
Zena Zapata - Genova
.. tanti altri ancora e tutti i guerrilla gardeners italiani.

Continue Reading

L’invasione delle piante ribelli sta per arrivare

Bologna accoglierà i guerriglieri del verde provenienti da tutta Italia, ospite d’eccezione Richard Reynolds.

Bologna 4 e 5 maggio 2013 – Sarà Bologna ad avere l’onore di ospitare il raduno nazionale dei gruppi che praticano Guerriglia Gardening in tutta Italia. Una vera invasione verde della città organizzata in 3 “attacchi” di aiuole del centro, una festa notturna, un dibattito e uno spettacolo teatrale. Ad organizzare l’evento, Terra di Nettuno il gruppo bolognese attivo da 2 anni.



Il Guerriglia Gardening è una pratica condivisa di giardinaggio libero che tende a presidiare il verde “residuale” delle città, spicchi di terra trascurati, abbandonati e per questo non utilizzati. Organizzati in tutto il mondo in gruppi eterogenei e indipendenti, dai nomi fantasiosi ed evocativi, i “guerrilleri” sono cittadini mossi dal principio di resistenza al degrado e diritto al verde. “Ci prendiamo a cuore lo spazio pubblico per evitare che la terra di tutti si trasformi in terra di nessuno.”
 
Da 40 anni il guerrilla gardening è un movimento spontaneo e pacifico che conta su l’autofinanziamento e la partecipazione della gente comune. Pionieri furono gli attivisti newyorkesi delle community garden che nella prima metà degli anni Settanta si diedero il nome di Green Guerillas.



Oggi la rete internazionale del Guerriglia Gardening collega i 5 continenti, dalle metropoli ai paesi, è così che nelle città del mondo avvengono incursioni non autorizzate che riportano vita e colore nelle aree urbane trascurate e prive di verde.


In tutte le principali città italiane sono attivi gruppi di guerrilla la cui caratteristica è di non avere forme di organizzazione e coordinamento gerarchico o rivolto alla promozione di qualcosa o qualcuno.
Il raduno nazionale del Guerriglia Gardening è nato da un piacere di conoscenza e dalla necessità di confronto per le decine di gruppi italiani sempre in contatto sui i social networks.
Per l’occasione è prevista la straordinaria partecipazione di Richard Reynolds fondatore del gruppo londinese, molto conosciuto a livello internazionale la cui presenza ha già agitato la stampa bolognese.

Pensiamo che la partecipazione attiva a momenti di condivisione collettiva possa creare rapporti più umani. L‘energia sprigionata dall'incontro di persone differenti può tradursi in azioni concrete e positive. Gli spazi pubblici, anche quelli più dimenticati, appartengono alla comunità di chi vive, lavora, studia, ama la città.



Abbiamo scelto questo fine settimana per un altro atto a dimostrazione dell’amore per i centri storici delle nostre città.


Il 4 e il 5 maggio 2013 saranno due giorni dedicati al verde ed alla festa tra i partecipanti al Raduno nazionale del Guerriglia Gardening. In questi due giorni di primavera Bologna sarà amata e coccolata al. La partecipazione è libera, gradita e aperta a tutti.

Scarica il Comunicato Stampa
Continue Reading

L'idea di un raduno di guerrilla gardening

Sicuramente in molti avevano gia' pensato a un raduno di guerriglieri verdi.
Per ruscire a concretizzare questa idea ci voleva un'occasione galeotta che potesse fare da scintilla per mettere in moto tutta la macchina organizzativa.

A Ottobre Richard Reynolds partecipo' a un convegno qui in Italia, a Milano.
Alcuni di noi ebbero la fortuna di partecipare alla conferenza e, incontrandoci, cominciammo a fantasticare di quanto bello sarebbe stato poter trovarci tutti assieme noi guerrilleri di tutta italia.

Se scelse subito Bologna, perchè è la città di Terra di Nettuno, che è un belllissimo gruppo, molto attivo, folto, con delle belle idee ed è in una posizione abbastanza comoda da raggiungere da tutta Italia.

Poi a gennaio iniziammo a fare le prime ipotesi e i nettuniani partirono con l'organizzazione dell'evento mettendoci tutto il loro entusiasmo.

Tutti i gruppi contattati hanno fin da subito dimostrato grande entusiasmo e a Bologna confluiranno guerriglieri verdi provenienti da tutte le parti della penisola, con una gran voglia di partecipare e di confrontarsi.
Lo stesso Richard Reynolds sara' con noi in quei giorni.

Si prospetta una due giorni molto intensa: Il programma e' molto ricco e ambizioso.
Speriamo che tutti coloro che avranno la fortuna di essere a Bologna il 4 e 5 maggio possano assaporare la Guerrilla Gardening in tutte le sue sfaccettature.



da Guerrillagardening.org la foto di RR con la delegazione di Nettunian*



Continue Reading

Raduno nazionale del Guerrilla Gardening Italiano

E' ufficiale!

Il Raduno Nazionale del Guerrilla Gardening

si terrà a Bologna il 4/5 Maggio 2013


Organizzato dal gruppo bolognese Terra di Nettuno il raduno ospiterà gruppi provenienti da tutta Italia.
Il  programma prevede azioni di guerrilla gardening, dibattiti, spettacoli, scambio di semi e momenti di festa.

Siete pronti per "the rebel plants invasion"?


Continue Reading